modello molto interessante

La vita? Non è solo lavoro»: a Berlino nasce il centro per il rifiuto della carriera

Rifiuto della carriera, non elogio dell’ozio. Ma questi “negatori della carriera”, in realtà, non rifiutano il lavoro in sé, come potrebbe a prima vista sembrare, bensì soltanto quello eterodiretto (un tempo si sarebbe detto alienato), non incentrato sulla realizzazione delle proprie passioni e dei propri bisogni. «Da quando ci siamo licenziati lavoriamo in realtà molto di più», ride Sodenkamp, «ma per qualcosa che riteniamo davvero utile, riflettere sulle disfunzioni del nostro modello sociale. Insomma, il lavoro è qualcosa di positivo, purché sia autodeterminato. Ma se lo si svolge solo sotto la pressione di imperativi economici e sociali, allora una vita buona diventa impossibile».

24. settembre 2016 by admin
Categories: news | 1 comment

One Comment

  1. Sono perfettamente d’accordo!
    Hai visto, cara Lori, che non ho resistito…
    a presto

Leave a Reply

Required fields are marked *